Mise à jour conditions montagne

  1. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Il transito di una veloce perturbazione di origine atlantica sulle Alpi sta favorendo le prime nevicate a quote relativamente basse (limite neve intorno a 800/1000m, localmente a quote inferiori) sulla nostra regione, per la presenza del robusto strato di isotermia. Tali fenomeni dovrebbero attenuarsi e cessare nel corso della giornata odierna.
  2. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Una saccatura legata ad un'area depressionaria sul nord Europa raggiungerà domani l'arco alpino, favorendo il transito di un fronte freddo. Sulla Valle d'Aosta si avrà un sensibile calo delle temperature in montagna ( Zero termico da 3000 a 1900m) e qualche nevicata in particolare sui rilievi occidentali. In seguito si avrà tempo freddo e in prevalenza soleggiato per l'afflusso di correnti orientali.
  3. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Dopo il transito di un fronte freddo associato a una saccatura di origine nord-atlantica, le Alpi sono interessate da un sensibile calo termico e da un flusso di correnti umide, i cui effetti maggiori saranno perlopiù confinati sui rilievi di confine. Tale situazione favorirà altresì la presenza di foehn e rimarrà pressoché invariata per i prossimi giorni, salvo una parziale attenuazione della nuvolosità nella giornata di domenica, quando le temperature tenderanno ad aumentare. Zero termico: 2300 -> 1900 m;. Stamattina a Punta Helbronner sono stati rilevati circa 10 cm di neve con vento forte da nord.
    Monte Bianco, salito ancora in questi giorni il Pilastro Rosso (punti d'appoggio biv Eccles o locale invernale rif Monzino,  acqua disponibile), ghiacciaio piuttosto secco, esce ghiaccio parte iniziale, terminale molto aperta, prestare attenzione nella risalita del pendio sotto al canale causa scariche pietre e ghiaccio, cresta tutta pulita.
  4. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Il robusto campo anticiclonico sull'Europa centrale continuerà a determinare lo stato del tempo sulla Valle d'Aosta fino a martedì, spostando lentamente il suo centro dalla Germania alla Francia.In montagna si registrano sempre belle giornate soleggiate con temperature miti nel corso della giornata, zero termico intorno a 3800m, e buone condizioni di rigelo, ma in generale la montagna è ormai poco frequentata e di conseguenza scarso il ritorno di informazioni.
    Monte Bianco, ancora qualche cordata sulla traversata Helbronner-Midi, Aiguilles Marbrées e Aiguilles d'Entrèves. Dente del Gigante e cresta di Rochefort ancora frequentate. 
  5. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Un fronte freddo, associato ad una circolazione depressionaria sulle Isole Britanniche, transita oggi sulla nostra regione con fenomeni localmente intensi e un sensibile calo termico. Lunedì il flusso sarà ancora perturbato ma dovrebbe interessare maggiormente i settori centro occidentali; le temperature subiranno un ulteriore calo con un rinforzo dei venti. Dovrebbero seguire condizioni nuovamente anticicloniche con temperature più miti e venti in attenuazione
    In montagna si segnalano temperature in ulteriore calo, freddo  con venti localmente intensi e precipitazioni anche temporalesche a tratti intense.
    Stamattina a Punta Helbronner -1°, nevica, visibilità scarsa, vento forte a raffiche da nord-ovest. 30 cm di neve.
  6. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Il flusso occidentale relativamente perturbato continua a scorrere a nord delle Alpi, favorendo sulla nostra regione giornate in prevalenza soleggiate e tipicamente estive fino a venerdì. Zero termico 3900
    Monte Rosa, salito il Castore per la cresta sud, avvicinamento tutto in condizioni, salita buona e tutta pulita, ancora in ottime condizioni le vie in cresta, alcune cordate alla Cresta Rey alla Dufour , Lyskamm Orientale, Polluce. Frequentate tutte le vie normali, ottime tracce e condizioni dei ghiacciai. Cervino, ancora alcune cordate sulla via normale italiana, utili i ramponi.
    Monte Bianco, si segnala il crollo di un enorme masso (circa 10m x 7m x 4m) sceso a sinistra del Supercouloir (parete est del Tacul) e conseguente frana nel canale. Il masso è entrato per circa 150 m sul piano della traversata.
    La Chamoniarde segnala importanti crolli ai Drus dalla parete ovest. Sconsigliato pertanto l'accesso alla zona.
  7. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Giornate prevalentemente soleggiate ma all'insegna di un calo delle attività alpinistiche nei diversi settori della valle, con conseguente scarso ritorno di informazioni, inoltre molti rifugi chiudono questo fine settimana.
    Ancora abbastanza frequentate le vie classiche della zona del Monte Rosa, i ghiacciai sono ancora in condizioni corrette, con alcuni passaggi delicati. Zona Monte Bianco, piuttosto crepacciata la traversata Helbronner-Midi, frequentata la Tour Ronde, condizioni mediocri e con il ritorno del caldo da prevedere scarica nel canale, traversata Aiguilles d'Entréves e Marbrée nulla da segnalare, alcune cordate al Dente del Gigante e cresta di Rochefort. Monte Cervino, si sta salendo in questi giorni con uso dei ramponi.
  8. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Al seguito della perturbazione che ha portato precipitazioni diffuse (con spolverata di neve in quota) nel fine settimana, la Valle d'Aosta è interessata da correnti occidentali. Tale flusso atlantico persisterà probabilmente almeno fino a giovedì, portando condizioni in prevalenza soleggiate, con temporanei addensamenti in particolare sui rilievi di confine.
    Zero termico: 3500 m
    Questa mattina a Punta Helbronner temperatura +1°, vento moderato da nord-ovest e nevischio.
  9. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    La nostra regione è interessata da correnti occidentali che portano tempo abbastanza soleggiato con presenza di nubi alte e temporanei addensamenti. Rispetto al nostro ultimo aggiornamento in montagna le temperature si sono abbassate (zero termico a 3800m) favorendo delle buone condizioni di rigelo.
    Monte Rosa, frequentatissime tutte le vie classiche, diverse cordate sulla Gnifetti, sul Castore, sulla Dufour. Buone le condizioni delle vie in cresta e delle traversate, cordate sulla traversata Parrot-Balmerhorn, qualche passaggio delicata sulla cresta della Parrot (affilata soprattutto la parte occidentale) e sulle roccette finali del Corno Nero, mentre è tutto buono il ripido pendio nevoso. Frequentata anche la Piramide Vincent.
    Monte Bianco, diverse cordate sulle vie di roccia ai satelliti, difficoltosi a volte gli avvicinamenti a causa di buchi  sul ghiacciaio e terminali aperte. Mont Blanc du Tacul, qualche problema sulla cresta della Midi affilata e molto frequentata, difficile il superamento della terminale e del passaggio del seracco (attrezzato per doppie).
    Diverse cordate anche alla Rochefort, Dente del Gigante, traversata Aiguilles d'Entréves e cresta Aiguille Marbrée.
  10. Fondazione Montagna Sicura - Courmayeur
    Informazioni in tempo reale. Monte Bianco,in Val Vény nevischio e vento da moderato a forte, ma le previsioni sono di fenomeni in attenuazione e tempo prevalentemente soleggiato per i prossimi giorni, dal Monzino pronte a partire alcune cordate per l'Innominata, la Brouillard e l'Aiguille Blanche dall'Eccles. Dal rif Borelli partiti per oggi per l'integrale, ultima salita alla cresta sud della Noire il 23 con condizioni corrette, discesa sempre un pò delicata. Il rifugio chiude domani, resta aperto il locale invernale, dotato di gas e acqua disponibile.
    Monte Bianco dal rif Gonella, ormai non si sale più dal Dôme, fattibile invece la salita dalle Aiguilles Grises. Salita al Monte Bianco dai Cosmiques, passaggio delicato al Tacul, si è aperto un grosso buco e il passaggio del seracco è più difficoltoso.

En évidence

News

Facebook

Twitter