L'Osservatorio del Monte Bianco

Il rapporto dello Schema di Sviluppo Sostenibile (SDD) auspica la creazione di una serie di strumenti necessari per la sua applicazione. Tra questi si trovano gli strumenti destinati al monitoraggio dell'attuazione delle azioni e in modo particolare la valutazione e il monitoraggio dello SDD.

La soluzione proposta per rispondere al meglio a tali esigenze è stata la costituzione dell'Observatoire du Mont-Blanc (OMB), gestito da Fondazione Montagna sicura in base alla convenzione con la Direzione ambiente - Assessorato territorio e ambiente della Regione autonoma Valle d'Aosta, che ha il ruolo di osservare, con l'aiuto di indicatori, lo sviluppo del territorio dell'EMB e l'attuazione delle raccomandazioni, delle strategie, dei piani d'azione e delle misure dell'SDD.

L'OMB ha come mandato:

  1. realizzare uno strumento transfrontaliero di informazione e valutazione, al servizio delle amministrazioni locali e a supporto delle politiche di sostenibilità dell'EMB;
  2. acquisire ed elaborare le informazioni utili a leggere l'evoluzione del territorio e dell'ambiente dell'EMBA, mediante indicatori, per verificare l'evoluzione degli scenari attuali rispetto a quelli dello SDD;
  3. contribuire alla costruzione del sistema di reti di attori dell'EMB attraverso la rete dei fornitori di dati e la rete degli utilizzatori delle informazioni;
  4. elaborare le informazioni a scala locale, a sostegno della definizione delle politiche e delle azioni finalizzate ad uno sviluppo sostenibile e integrate a livello transfrontaliero;
  5. essere un sistema pilota di analisi territoriali transnazionali (socio-economiche ed ambientali) che utilizzi una metodologia comune per elaborare i dati e costruire gli scenari;
  6. essere, durante la realizzazione del PIT, un centro fisicamente reperibile e al servizio delle diverse reti di attori del PIT stesso per la condivisione delle informazioni a sostegno delle differenti attività e un luogo dove confrontarsi per definire le esigenze di informazione e il set di indicatori;
  7. essere un riferimento dove reperire le informazioni utili alla concretizzazione delle buone pratiche di sostenibilità per le amministrazioni dell'EMB;
  8. diventare al termine del progetto una risorsa integrata all'interno dei servizi statistici territoriali.

I partner impegnati nel progetto sono:

  • la Regione autonoma Valle d'Aosta (Assessorato territorio e ambiente e Direzione dei sistemi informativi della Presidenza della Regione) con il supporto tecnico dalla Fondazione Montagna Sicura, dall'Osservatorio economico sociale della Presidenza della Regione e dall'Agenzia regionale di protezione dell'ambiente (ARPA);
  • il SIVOM Pays du Mont-Blanc con il sostegno del SED74;
  • il Cantone del Vallese con il supporto dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile delle regioni di montagna (FDDM).

L'OMB è costituito da un Comitato tecnico e scientifico (CTS) composto da un presidente, un responsabile scientifico, 6 esperti su temi ambientali e socio-economici, nominati dai tre partner nazionali, ed un rappresentante della Direzione dei sistemi informativi. Il CTS ha il compito di definire l'orientamento metodologico e l'organizzazione operativa dell'Osservatorio, coordinando le reti dei fornitori dei dati e degli utilizzatori.

Documenti

Gli indicatori ambientali

Aria, acqua, rifiuti, bilancio di massa dei ghiacciai, ambienti naturali.

L'Osservatorio del Monte Bianco (OMB) ha il ruolo essenziale di osservare, con l'aiuto di indicatori, le condizioni del territorio dell'EMB e la sua evoluzione così come l'applicazione dello Schema di Sviluppo Sostenibile (SDD) che raccomandava la costituzione di un set di indicatori in grado di rappresentare le differenti dimensioni di sviluppo sostenibile e di soddisfare le seguenti condizioni:

  • essere facilmente interpretabile e comprensibile da tutti, in modo da poter informare efficacemente il pubblico;
  • essere costruito su di una base scientifico-metodologica solida e riconosciuta, con il supporto di dati esistenti e disponibili;
  • essere composto da un numero ragionevole di indicatori, al fine di assicurare una lettura sintetica dei differenti aspetti analizzati e permettere una buona comprensione delle dinamiche del territorio.

Gli indicatori ambientali semplificano, quantificano e comunicano dati ambientali complessi e così facendo ci informano sullo stato e sulla qualità dell'ambiente. Essi ci permettono di monitorare le tendenze ambientali e tenere traccia dei progressi verso gli obiettivi dichiarati e quelli politici. Tali indicatori possono essere utilizzati per:

  • dirci se la qualità ambientale sta migliorando, peggiorando o rimane invariata;
  • valutare se le politiche, le leggi e le altre azioni strategiche stanno conseguendo l'effetto desiderato;
  • individuare le problematiche emergenti;
  • indirizzare lo sviluppo di politiche ambientali.

Gli indicatori ambientali sono:

  • bilancio di massa dei ghiacciai
  • qualità dell'aria
  • produzione di rifiuti
  • prelievi idrici
  • qualità dell'acqua dei principali corsi idrici
  • numero e superficie degli ambienti naturali

Gli indicatori sociali

Demografia, popolazione, trasporti, scuola, lavoro.

Gli indicatori sociali si riferiscono all'elaborazione dei dati ricevuti dalle statistiche delle nascite, decessi, matrimoni, etc. La loro funzione è quella di descrivere i cambiamenti naturali della popolazione con tassi e indici.

Questi indicatori danno la possibilità di confrontare i dati nel tempo e nello spazio e sono utilizzati per l'analisi delle variazioni in ambito sociale dell'Espace Mont-Blanc e dei suoi comuni.

Gli indicatori sociali sono:

  • numero di abitanti
  • tasso di natalità
  • tasso di crescita naturale
  • tasso netto migratorio
  • indice di invecchiamento
  • densità della popolazione
  • numero di scuole, classi e studenti
  • numero di professionisti della sanità
  • tasso di partecipazione alle elezioni comunali
  • numero di alloggi di edilizia sociale
  • frequentazione delle linee pubbliche

Gli indicatori economici

Impresa, mercato immobiliare, commercio, turismo, attività ricettive...

Gli indicatori economici sono misure statistiche che possono essere ripetute nel tempo per illustrare i cambiamenti nella qualità della vita e nel benessere sociale.

Sono indicatori in grado non soltanto di fornire uno strumento per valutare i progressi e identificare le aree problematiche, ma anche di incoraggiare l'impegno dei cittadini nel percorso decisionale e nel processo di raggiungimento dei risultati.

Gli indicatori economici sono :

  • numero di permessi di costruire
  • numero di lavoratori
  • numero di posti letto in strutture alberghiere
  • numero di pernottamenti in strutture alberghiere
  • traffico nei tunnel
  • tasso di disoccupazione
  • tasso di residenze principali nel parco immobiliare
  • tasso di residenze secondarie nel parco immobiliare
  • superficie agricola utilizzabile
  • superficie coperta da foreste
  • numero di attività commerciali di piccola superficie
  • numero di attività commerciali di media superficie
  • numero di attività commerciali di grande superficie
  • frequentazione dei siti turistici
  • numero di persone giornaliere sui comprensori

Facebook

Twitter