AD-VITAM

AD-VITAM

                                                      AD-VITAM

Analisi Della VulnerabIlità dei Territori Alpini Mediterranei ai rischi naturali

L'obiettivo del progetto corrisponde all'obiettivo specifico del Programma Alcotra 2.2 « Aumentare la resilienza dei territori Alcotra più esposti ai rischi ».

L'area Alcotra è estremamente vulnerabile ai rischi di natura geologica, rischi destinati ad aumentare in relazione ai previsti scenari relativi ai cambiamenti climatici ed all'aumento della pressione antropica a fini turistici, di transito od insediativi. Particolarmente elevata appare la vulnerabilità ai rischi connessi con i fenomeni franosi, rischi emergenti e tuttora poco studiati, per contrastare i quali le amministrazioni, in un quadro di sempre maggior riduzione delle risorse economiche, dovranno ricorrere a schemi di intervento più efficaci ed efficienti.

In tale ottica il progetto AD-VITAM si pone come obiettivo il miglioramento della resilienza dei territori rispetto ai rischi naturali da frana tramite lo sviluppo di sistemi operativi innovativi per la prevenzione/previsione/allerta, basate sui livelli di pioggia.  

Le attività previste prevedono la valutazione delle relazioni precipitazioni-frane nell'ambito di eventi passati, la creazione di inventari, lo sviluppo di diversi modelli previsionali, la definizione di soglie di innesco e di mappe dinamiche di pericolosità (vulnerabilità) fondamentali per la gestione operativa.

I risultati sono destinati essenzialmente sia alle amministrazioni centrali, sia alle comunità locali che si confrontano con la gestione dei rischi da frana e troveranno immediata applicazione in tutto lo spazio Alcotra, essendo entrambe le categorie rappresentate come partner nel progetto. Le risultanze saranno parimenti diffuse via internet per la diffusione al grande pubblico.

Il progetto persegue i seguenti obiettivi specifici :

- Produrre dei modelli transfrontalieri innovativi che permettano una resilienza accettabile ai rischi naturali sui territori ALCOTRA attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie ed un approccio dinamico in tempo reale degli eventi;

- Formare, informare e sensibilizzare sui rischi naturali i giovani, le popolazioni locali, i turisti, i gestori ed i professionisti del territorio sui rischi di mobilità del terreno.

Questo sarà attuato tramite la presa in conto effettiva delle variazioni pluviometriche per quanto riguarda i bilanci e le previsioni, nei modelli di calcolo di scivolamento del terreno. Il bilancio storico permetterà di realizzare un inventario ed una restituzione dei collegamenti delle cause ad effetto sui territori in termini di impatto e di resilienza delle comunità che hanno rischi specifici di montagna.

Le attività del progetto:

attività 1 – Coordinamento e gestione amministrativa (GéoAzur)
attività 2 – Comunicazione e sensibilizzazione (GéoAzur)

attività 3 - Storicità (Regione PIEMONT et FMS)
Aggiornamento degli inventari e zonazione della suscettibilità  (Regione PIEMONT)
Relazione eventi scivolamento - pioggie (FMS)
Relazione eventi scivolamento - pioggie a partire da tecniche di tele-detection radar interferometrica PS (Regione PIEMONT)

attività 4 : prevenzione e previsione (BRGM e ARPAL): 
Prevenzione  (BRGM) 
Previsione (UNIGE)
Previsione dinamica (ARPAL)

Documenti

Facebook

Twitter