Online il sito con i risultati di GlaRiskAlp

11 janvier 2013

Questo sito raccoglie le sintesi di GlaRiskAlp, progetto Alcotra sviluppato per dare risposte pratiche e teorico-applicative ai rischi causati dalla riduzione della massa e della superficie dei ghiacciai nelle Alpi occidentali. Questa diminuzione, in atto da oltre un secolo, è stata ulteriormente accelerata a partire dagli anni Ottanta a causa dei cambiamenti climatici che stiamo vivendo.

Gli ambienti d'alta quota e l'area alpina in particolare si trovano a subire effetti che coinvolgono la stabilità delle aree glaciali e periglaciali, con conseguenze sulle condizioni del territorio delle regioni montane. Per sviluppare una pianificazione del territorio ragionata e per migliorare la gestione dei rischi in ambito alpino, occorre che questi fenomeni siano presi meglio in conQuesto sito raccoglie le sintesi di GlaRiskAlp, progetto Alcotra sviluppato per dare risposte pratiche e teorico-applicative ai rischi causati dalla riduzione della massa e della superficie dei ghiacciai nelle Alpi occidentali. Questa diminuzione, in atto da oltre un secolo, è stata ulteriormente accelerata a partire dagli anni Ottanta a causa dei cambiamenti climatici che stiamo vivendo.
Gli ambienti d'alta quota e l'area alpina in particolare si trovano a subire effetti che coinvolgono la stabilità delle aree glaciali e periglaciali, con conseguenze sulle condizioni del territorio delle regioni montane. Per sviluppare una pianificazione del territorio ragionata e per migliorare la gestione dei rischi in ambito alpino, occorre che questi fenomeni siano presi meglio in considerazione, raggiungendo un livello più approfondito di conoscenza: di questo si è occupato il progetto, che tra il 2010 e il 2013 ha riunito in un unico tavolo realtà specialistiche italiane e francesi che si occupano di studiare la montagna e le sue pericolosità.siderazione, raggiungendo un livello più approfondito di conoscenza: di questo si è occupato il progetto, che tra il 2010 e il 2013 ha riunito in un unico tavolo realtà specialistiche italiane e francesi che si occupano di studiare la montagna e le sue pericolosità.

En évidence

Facebook

Twitter